Tiquarantuno “B” società cooperativa sociale è nata nel 1976 per offrire sbocchi occupazionali alle persone che uscivano dai manicomi negli anni della rivoluzione di Basaglia.

In 37 anni di storia si è progressivamente aperta a tutti gli altri settori di “svantaggio sociale” previsti dalla Legge 381 che nel 1991 ha istituito le cooperative sociali: disabili, utenti dei servizi di salute mentale, detenuti, tossicodipendenti ed alcolisti in trattamento, diversificando le attività al fine di poter operare inserimenti mirati per le differenti tipologie di svantaggio.

Le attività svolte oggi dalla cooperativa, che occupa 90 persone (per oltre il 60% appartenenti a categorie svantaggiate) ed ospita circa 30 borse lavoro, sono le seguenti:

  • manutenzione verde pubblico ed arredo urbano
  • disinfestazioni
  • gestione canile
  • servizi conto terzi alle imprese (assemblaggi, confezione ferramenta, etc.)
  • tipografia/legatoria
  • gestione magazzino ausili protesici dell’ASUR
  • differenziazione rifiuti
  • gestione azienda agricola.

La cooperativa porta nell’agenzia la propria esperienza di reinserimento di detenuti ed ex detenuti ed il radicamento nel tessuto produttivo del territorio, con una fitta rete di collaborazioni con primarie aziende marchigiane. Nello sviluppo delle attività dell’agenzia in provincia di Pesaro e Urbino, Tiquarantuno B si avvale della collaborazione dell’Agenzia per l’Innovazione nella Pubblica Amministrazione di Pesaro, che ha al suo attivo una pluriennale attività di formazione e di ricerca di sbocchi lavorativi per i detenuti.

 

Sito web: www.t41b.it